"Portare le nostre montagne nel mondo"

Nell'intervista a Style in Progress, Michi parla delle difficoltà e opportunità nell'attuale situazione e dello shooting primavera/estate 2023 che si è svolto a 2.000 metri di altitudine.

Style in progress:

Michi, Luis Trenker è tornato al Pitti Uomo di Firenze, un desiderio che si avvera?

Michi Klemera:
Sicuramente. Se si vuole competere con i migliori al mondo, Pitti Uomo è il posto giusto. Per Luis Trenker è sicuramente il luogo dove portare il nostro stile, la nostra moda e le nostre montagne nel mondo.

Questo significa anche che i rivenditori specializzati stanno tornando a essere un punto di riferimento per Luis Trenker - negli ultimi anni avete investito molto nei vostri negozi monomarca e nell'online.
Per me non è mai stata una questione di uno o l'altro. Credo che ogni rivenditore forte sappia che ogni cosa si ispira all'altra. Per me il rivenditore di moda, indipendentemente dal Paese e dal segmento, è sempre un partner importante e sono felice di poter celebrare una bella serata di gala insieme ai nostri rivenditori a Salisburgo, presso il castello Schloss Leopoldskron. Questo è il nostro modo di ringraziare i nostri partner per averci permesso di celebrare il successo nonostante le avversità degli ultimi due anni.

Qual è l'umore attuale e cosa si aspetta dalla stagione?
Da un punto di vista imprenditoriale, stiamo adottando una visione lungimirante: non è il momento di correre ulteriori rischi, perché questa guerra insensata sta ovviamente danneggiando il morale. Anche se non riguarda direttamente la nostra azienda, siamo tutti esseri umani e ci dispiace per coloro che stanno perdendo la vita o i mezzi di sostentamento.
 

Parola chiave supply chain, probabilmente l'argomento più discusso del settore in questo momento...
Lo è, ma lo è anche l'intero settore, impegnativo in ogni dettaglio. Come marchio, ci si deve occupare di ogni tessuto, di ogni filato, di ogni bottone e chiedersi: il prezzo reggerà, la data di consegna verrà mantenuta? Le difficoltà della catena di approvvigionamento ci toccano un po' meno perché da anni ci affidiamo costantemente alle rotte brevi. Luis Trenker produce in Italia, Romania e Portogallo, ma anche questi Paesi possono riservare sorprese. La conseguenza è che stiamo aumentando di nuovo la quota di produzione italiana, che è una parte importante del nostro pensiero slow fashion. Amo la creatività italiana e sono felice di poterla interpretare in modo distintivo con Luis Trenker.

Anche quest'anno i vostri modelli devono essere a prova di montagna....
Sì, non vedo l'ora di mostrare le foto e i video dello shooting fotografico. Abbiamo girato a 2.000 metri, mettendo in scena le montagne come radici e sfondo e liberando finalmente tutto il potenziale creativo. Adoro sorprendere e ispirare i miei partner e clienti, è una delle parti migliori del mio lavoro.

Come hanno funzionato le nuove partnership di distribuzione in Germania?
Molto bene! Il nostro venditore in Germania, Kai Joerdens, ha fatto un ottimo lavoro, soprattutto per far conoscere il nostro marchio ai nuovi paesi del nord. La presenza in fiera al Böhler Areal di Düsseldorf è per noi un'importante piattaforma locale.

È questa la formula per il futuro? Una fiera leader a livello internazionale e poi a livello locale la migliore piattaforma di servizi o il proprio showroom?
Per Luis Trenker, un chiaro sì. Non abbiamo bisogno di girare da una fiera all'altra, abbiamo un'immagine chiara di a chi ci rivolgiamo e non aspettiamo che il partner desiderato ci incontri per caso in fiera.
 
 

Altre storie


 
 
Newsletter
Iscriviti ora
Informazioni in anteprima esclusiva sulle ultimissime offerte e iniziative! Ottieni subito un buono d´acquisto del valore di 20€ per l´iscrizione alle newsletter!
 
 
 
 
Iscriviti ora