Gentile Visitatore,

il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico , cookie analitici e cookie di profilazione terze parti.
E’ possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l’utilizzo dei cookies secondo le Sue preferenze accedendo alla presente informativa.
Proseguendo la navigazione e cliccando con il mouse in qualsiasi punto dello schermo esterno al presente banner, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina “gestione dei cookies”.
 
 

Back to the roots: Con materiali naturali e processi di produzione vecchi migliaia di anni

Perché ci affidiamo alle fibre naturali e a processi delicati.

Non è più una novità che la microplastica nei nostri oceani rappresenta un problema globale di proporzioni gigantesche. Ciò è dovuto non solo ai rifiuti di plastica di grande formato, ma anche, in larga misura, all'industria tessile. Perché gli indumenti realizzati con fibre sintetiche come poliestere, nylon e acrilico perdono innumerevoli particelle di fibre ad ogni ciclo di lavaggio, che sono così piccole da non poter essere filtrate dai nostri impianti di depurazione e finiscono così in mare, dove si degradano solo dopo centinaia di anni.
 
Siamo da tempo consapevoli di questo problema ed è per questo motivo che utilizziamo principalmente materiali naturali. Soprattutto nelle nostre collezioni invernali, come in quella attuale, una fibra naturale gioca un ruolo particolarmente importante: la lana!

Poiché la lana non solo tiene caldo, ma ha anche grandi benefici ambientali: è facile da tingere, il che significa che non devono essere utilizzate forti tossine nel processo di tintura. Inoltre, è particolarmente resistente e durevole. Se un giorno il suo ciclo di vita termina, è biodegradabile. La lana più sostenibile proviene dall'alpaca che è 3 volte più resistente allo strappo della lana di pecora - non per niente aveva un valore superiore all'oro nelle Ande peruviane durante il periodo Inca!

Un altro aspetto importante di una filosofia sostenibile è il trattamento delicato dei tessuti. Le nostre cinture, ad esempio, sono costituite esclusivamente da pelle conciata al vegetale. Ciò significa cuoio conciato con materiali vegetali come corteccia di quercia, baccelli di tara, radici di rabarbaro, corteccia di mimosa o foglie di olivo. Questo processo è molto più costoso e richiede molto più tempo della concia con sostanze chimiche, ma preserva l'uomo e l'ambiente perché in questa pelle non si trovano residui tossici.

Per quanto riguarda la lavorazione, le nostre scarpe in pelle con cuciture ideal sono degne di menzione. Non solo hanno un aspetto nobile, ma anche una lunga durata. Le scarpe così realizzate sono particolarmente facili da riparare: una volta che la suola è stata usurata, può essere facilmente sostituita in modo che l'intera scarpa non debba essere smaltita. Se fate attenzione alla corretta cura delle vostre scarpe Luis Trenker, vi accompagneranno per tutta la vita!
 
 

Altre storie


 

Berlin is calling!

Sicurezza nello stile, originalità e l´amore per il dettaglio. Restando fedeli alle nostre tradizioni ci presentiamo alla fiera di moda più rinomata della Germania.